LA MORTE DEL LEONE

(2 recensioni dei clienti)

15,00

Dea Cucciniello
“LA MORTE DEL LEONE”
PAV edizioni
Copyright 2021
Collana: Romanzo
1^ Edizione: Aprile 2021
ISBN: 979-12-5973-052-7
Copertina: Valentina Modica
Info: pav.edizioni1@gmail.com
pavedizioni.files@gmail.com
www.pavedizioni.it

Descrizione

La Morte del Leone
di
Dea Cucciniello


«Il tempo ha questo dono, sa essere ostinatamente lungo quando lo si attende e pericolosamente breve quando è trascorso. Pochi minuti nel salotto di Amanda Loi e gli ultimi venti anni erano acqua passata».

Una sera al tramonto la professoressa Richards si spara un colpo alla testa con la pistola di suo marito Rod. I funerali riuniscono i suoi quattro allievi prediletti, quelli con gli occhi lucidi di fervore, ormai adulti.

Ciascuno torna indietro dal proprio posto, dal proprio destino. Il tempo assieme è una contesa di recriminazioni, rivelazioni e racconti di vita nuova ma non troppo, perché tutto inesorabilmente torna al segno della grande assente. 24 ore per capire dove e come sono andati gli ultimi venti anni, tra proposte indecenti dei preti, preparazioni di esperimenti cerebrali, passioni impedite e tornate, e un bilancino che pesa l’amore e la morte senza pace possibile.

La notte dei quattro porterà chiarimento, i funerali della Richards scompiglio, il lunedì che segue scandirà il ritorno al prima. Ma completamente sconvolto.

Un racconto irriverente e teatrale sul grande scandalo, la fine, e sui discepoli interrotti della professoressa di filosofia, la penetrante Vienna.

2 recensioni per LA MORTE DEL LEONE

  1. Flavia

    La morte del leone è un’opera che sa costruire immaginario: compone attraverso l’accostamento (di considerazioni, memoria, citazioni letterarie e filmiche), così come nella disgiunzione, compiuta attraverso una prosa che sa eludere con grazia quanto farsi dono gioioso, l’idea di una storia che restituisce completezza. Che sa comprendere e catturare l’attenzione.
    Così i quattro personaggi (e la presenza più che mai viva e vibrante di Vienna, la loro insegnante), ognuno alle prese con i limiti e i confini (in)valicabili della propria esistenza sono più che mai vicini alla realtà nel senso migliore di questa espressione: comunicano l’elaborazione della perdita, la grande sfida di sapercisi misurare. Tutto ciò che in fin dei conti ci rende umani.

  2. Sara (proprietario verificato)

    Libro ben scritto e che lascia molto spazio a riflessioni. Ho apprezzato moltissimo lo stile dell’autrice!!

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *