L’UOMO CHE VOLEVA ESSERE UNA PIANTA

(1 recensione del cliente)

15,00

Categorie: ,

Descrizione

L’uomo che voleva essere una pianta

Di

Filippo Bombonato

Vittorio, come il celebre Giobbe della Bibbia, perde tutto ciò che ha in un sol giorno. Per far dispetto ad un’esistenza che, come un aguzzino lo vuole fiaccare, anziché cedere al dolore sceglie di rimanere indifferente. Promette a se stesso di non lasciarsi mai più coinvolgere da emozioni di alcun tipo. Ben presto,però, il suo patto con l’esistenza inizierà a sgretolarsi pian piano e l’uomo dovrà dolcemente arrendersi a quell’irresistibile richiamo chiamato “istinto di vita”.

1 recensione per L’UOMO CHE VOLEVA ESSERE UNA PIANTA

  1. Manuele Pregnolato

    Ho la passione della lettura ed anche della scrittura e devo dire che questo libro mi ha molto olpito e appassionato. Sia per la vicenda molto forte di cui palra (che mostra le sfaccettature di una vita vissuta sotto molti aspetti), che lo stile narrativo. Leggere questo romanzo vuol dire essere immersi nelle varie fasi di quella storia nei minimi particolari.
    L’autore ha saputo esporre dei fatti della vita, che sotto certi aspetti potrebbero accomunare ognuno di noi, sia gli aspetti positivi (gioia, amicizia, amore,soddisfazione) che negativi (solitudine, pianto, tradimento,malattia).

    A chi vuole leggere un buon romanzo e vedere che ci sono anche nuovi autori che meriterebbero più spazio nella scena letteraria, lo consiglio vivamente.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *