Tacco 12

(7 recensioni dei clienti)

13,00

Titolo: Tacco 12

Autore: Fabrizio Mineo

Formato: 15×21

Pagine: 140

Collana: Romanzo erotico

Cover Graphics: Claus Tamburini

Immagine cover: Pixabay.com

1^ Edizione novembre 2023

Età di lettura consigliata 18+

Descrizione

Tacco 12
di
Fabrizio Mineo

Giulio, affascinante quarantenne, autore di favole per bambini, abituato a frequentare donne molto più giovani di lui, vivendo rapporti perlopiù vuoti e superficiali ma dall’alto profilo erotico, scorge dalla finestra del suo appartamento seminterrato a Roma, le gambe di una donna.

Inspiegabilmente quelle gambe lo attraggono in maniera violenta, lo eccitano parossisticamente.

Colpito da questa attrazione quasi adolescenziale e incontenibile si ripropone di scoprire chi sia la donna a cui appartengono.

Una curiosità che pian piano si trasforma in ossessione.

Quando per puro caso riesce a scoprire l’identità della donna misteriosa, l’ossessione per quelle gambe non si interrompe.

Al contrario, le avventure con altre giovani donne diventano sempre più vuoti cliché, che per gli altri uomini sarebbero sogni irrealizzabili, ma per il protagonista diventano episodi scialbi, senza alcuna emozione, imparagonabili a quello che potrebbe essere un incontro con la donna desiderata.

La curiosità verso quelle caviglie misteriose, ormai soddisfatta, si trasforma piano piano in desiderio spasmodico di possedere quella donna.

Un avvicendarsi di avventure erotiche in cui il protagonista affronterà una ricerca che lo porterà a fare i conti con la sua intimità, le sue ossessioni e la scoperta dei suoi peggiori istinti.

Un racconto dalle immagini fortemente esplicite che porterà a un finale inaspettato.

7 recensioni per Tacco 12

  1. Giulia

    Una bellissima sorpresa! Romanzo ricco di dettagli “piccanti” che rendono scorrevole e piacevole la lettura. Non si tratta però solo di un romanzo erotico, il libro racconta una storia di amore e ossessione con un finale inatteso. Lettura coinvolgente, unica nel suo genere, in grado di far “sentire” al lettore la storia in prima persona.

  2. AdeCav

    Tacco 12 si presenta come un romanzo erotico, a tratti spinto e disinvolto. Piano piano ti coinvolge, e si fa leggere senza mai essere banale o volgare. La storia fila liscia, e giunti a metà inizi a capire come andrà a finire… ma è nel momento in cui ormai pensi di aver capito il finale, che succede qualcosa che cambia ogni prospettiva. Quello che non ti aspetti! Ti arriva addosso e ti travolge e sconvolge. Un tema profondo ed attuale, quello trattato nel libro di Fabrizio Mineo. Lo consiglio vivamente.

  3. Alessandra

    Dopo aver parlato con Fabrizio per qualche minuto ho capito subito che avrei voluto leggere il suo libro. Non ci conoscevamo, eravamo lì entrambi per la fiera Più libri più liberi, e nelle parole scambiate in quell’occasione ho inteso subito che fosse una di quelle persone che aveva qualcosa da dire; qualcosa da raccontare a suo modo, con personalità e carisma. Ed è proprio questo che ho trovato in Tacco 12.
    Una copertina intrigante, azzeccatissima nella sua semplicità, una scrittura scorrevole e una storia che non mi aspettavo. Un romanzo erotico che mantiene ciò che promette ma che và ben oltre, portandoci nella vita di Giulio, un uomo come tanti, una persona con passione e tormenti, uno come noi.
    Ci si immedesima nelle sue fugaci avventure, ci si ritrova nei suoi pensieri e desideri, perché alla fin fine il sesso è un linguaggio universale, un contatto primario e sincero che riguarda tutti, nessuno escluso.
    Ma è ciò che si cela davvero dietro quelle apparenze, dietro a una vita come molte, alla voglia di essere amati per ciò che si è, che alla fine conferisce a questo romanzo uno spessore inaspettato che ti colpisce come uno schiaffo.
    Una storia che ti prende da subito e con maestria ti trasporta fino a un finale che davvero, davvero, non potete perdervi!

  4. Marilena

    Tacco 12 è una narrazione estremamente piacevole, ripropone dinamiche assai consolidate, ma lo fa in maniera originale e avvincente. Lascia al lettore una sensazione a metà tra il sognante e l’amaro, invita a riflettere sul fatto che non tutto ciò che vediamo è come sembra e, forse, siamo tutti un po’ soli, sebbene la nostra vita possa apparire, a tratti, affollata. Lo consiglio vivamente.

  5. Roberto Baieri

    Nonostante la narrazione in un certo senso ridondante la lettura scorre piacevolmente e, nel finale, mostra un aspetto che quasi mai viene posto sotto i riflettori quando si parla del dramma di cui il libro tratta. Lo consiglio.

  6. Dino

    Si, mi è piaciuto! Ha acceso discussioni a cui ho partecipato che parlavano di romanzo erotico… definizione che non mi trova in sintonia, a mio parere è molto di più, un romanzo sulla solitudine e su come si possa affrontare, in maniera complicata e mai banale, una vita apparentemente appagante e di successo. Complimenti all’autore!

  7. Jole

    Un viaggio, breve ma estremamente intenso, nella mente di Giulio. Tangibile la solitudine che avvolge la sua vita e quella delle donne in cui si imbatte. Tutti sono alla ricerca di una scintilla di emozione e questa ricerca diventa ossessione proprio per Giulio con cui ho inaspettatamente empatizzato. Sono stata spiazzata dal finale. Complimenti all’autore!

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.