L’uomo che non parla

(5 recensioni dei clienti)

16,00

PAV edizioni
Copyright 2021
Collana: Storie di Vita
1^ Edizione: Gennaio 2021
ISBN: 979-125-9730-213
Cover Graphics: Valentina Modica
Progetto copertina: Valerio Spinelli

Descrizione

L’uomo che non parla

di

Andrea Spinelli

“Alzai la testa. Il pallido volto riflesso nello specchio
fece scopa con la mia oratoria. Con quella voce non potevo andare in diretta.

Era irriconoscibile, come quella che mandano distorta nei servizi d’inchiesta in cui vuoi camuffare l’identità della persona intervistata.

Ciò nonostante, dovevo tirarmi fuori da quella situazione, o
ero fottuto”.

5 recensioni per L’uomo che non parla

  1. Maria Cristina Puglisi

    Questo libro ha il merito di avermi fatto ricominciare a leggere. Ho sentito mio marito dire a mio figlio ‘Francy lascia stare mamma, che quando legge fa solo quello’. Ha il merito di avermi fatto appassionare ad un protagonista che mi ha procurato fastidio e disagio fin dal primo istante, uno di quelli con i quali nessuno si vorrebbe identificare, ma che in fondo ci disturba proprio perché rappresenta una parte che ognuno di noi ha dentro, il lato oscuro, il bambino cattivo, che non va nascosto, ma compreso e aiutato a parlare. Infine questo libro ha il pregio di essere stato scritto da qualcuno che conosco, ma che non vedo dai tempi del liceo e che a questo punto dovrà incontrarmi per lo meno per autografarlo. Bravo Andrea per il tuo ‘L’uomo che non parla’

  2. Marco Ricci (proprietario verificato)

    Di solito leggo romanzi storici ma “L’uomo che non parla” mi è piaciuto molto. Scrittura che genera curiosità per la pagina successiva, descrive i problemi della nostra società attraverso le vicissitudini del protagonista con colpo di scena finale. Spero di leggere presto la successiva opera dello stesso autore

  3. Marco Ricci (proprietario verificato)

    Di solito leggo romanzi storici ma “L’uomo che non parla” mi è piaciuto molto. Scrittura che genera curiosità per la pagina successiva, analizza i problemi della nostra società attraverso le vicissitudini del protagonista Luigi Di Maggio con colpo di scena nel finale. Spero di leggere presto la nuova opera dell’autore.

  4. Marco Ricci (proprietario verificato)

    Di solito leggo romanzi storici ma “L’uomo che non parla” mi è piaciuto molto. Scrittura che genera curiosità per la pagina successiva. Il protagonista affronta tematiche della nostra società con colpo di scena finale. Spero presto altra opera dell’autore

  5. Fiorella Martano

    L’uomo che non parla, opera prima di Andrea Spinelli, è un romanzo che narra di una crisi: il protagonista Luigi è uno speaker radiofonico che perde la voce e con essa il controllo della sua vita. Immerso in un mondo duro, competitivo, violento, Luigi è un uomo egoista, i personaggi che lo circondano lo sfiorano appena. Assiste, nella solitudine, alla perdita della sua grande capacità oratoria che si fa muta.
    L’autore ci accompagna nelle vicende attraverso le strade di una Roma politica e trafficata. I dialoghi, bellissimi, sono decisi e graffianti. Le descrizioni sensoriali dipingono gesti che aprono al lettore orizzonti intimi. I flashback sull’infanzia del protagonista regalano la chiave della sua psicologia. Il ritmo è incalzante, il lettore resta letteralmente incollato alla pagina.
    Un libro appassionante che suggerisce riflessioni sull’incomunicabilità e sulle sue radici nella violenza e nel dolore.
    Un romanzo buio, che permette di intravedere però l’alba di una svolta esistenziale, una piccola scintilla di luce in fondo alle profondità.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *