Effimere Storie di strade, boschi e corsi d’acqua

10,00

Effimere
Storie di strade, boschi e corsi d’acqua
Fabio Fiorini
PAV edizioni
Copyright 2022
Collana: Storie di vita
Cover Graphics: Valentina Modica
Fotografia in copertina: Roberto Sysa Moiola
sysaworld.com
1^ Edizione: Ottobre 2022
Isbn:9 – 791259 – 734143

Info:
pav.edizioni1@gmail.com
pavedizioni.files@gmail.com
www.pavedizioni.it

Descrizione

effimere
Storie di strade, boschi e corsi d’acqua
di
Fabio Fiorini

Effimere nasce dalla volontà di mettere su carta una serie di racconti che spaziano nei vari generi letterari.
Il primo di essi, che tra l’altro chiarisce l’origine del titolo della raccolta, è una similitudine tra la vita e le passioni dell’autore, scrittura e pesca di fiume.
I racconti Appuntamento in biblioteca, Mino e Gian, Lacrime scarlatte e Un pomeriggio sul fiume sono accomunati dalla giovane età dei loro protagonisti e dalle emozioni che caratterizzano l’adolescenza: amicizia, primi amori, ma anche disperazione per la perdita di un genitore.
Sei e trentatré, La libertà viaggia senza biglietto, Tramonto all’abbazia e Il volo del predatore sono invece racconti che racchiudono un elemento fantastico. Coprotagonista del primo, un thriller ispirato alle canzoni dei Queen, è la morte. Il secondo, ispirato invece a una canzone di De André, racconta l’incontro tra un ragazzino e una enigmatica figura alla stazione, che rappresenta la libertà. Nel terzo un bambino che ha appena perso la nonna, riesce magicamente a farsi raccontare da lei un’ultima storia, prima di salutarla per sempre. L’ultimo è un altro fantasy thriller, ambientato in un borgo medievale del Lario. La protagonista, inseguita da un criminale, cerca rifugio tra le mura di un castello. Ormai senza via di scampo, viene salvata da una delle statue in gesso esposte nel giardino della torre.
Altri tre racconti, Una fedele compagna di vita, Il mio paradiso sulla terra e Un eroe in famiglia, trovano le loro fondamenta nei ricordi dei protagonisti. Ricordi nostalgici, che mettono in evidenza la marcia del tempo e i cambiamenti che essa comporta.
Per finire Sarà di nuovo estate e Tutto il tempo di questo mondo: il primo è un inno alla bellezza dei luoghi d’origine dell’autore, mentre il secondo mostra paure e angosce di un uomo in procinto di adottare una bimba.
In conclusione si tratta di quattordici storie che vogliono suscitare emozioni differenti nel lettore, a seconda dello stato d’animo in cui esso si trova.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Effimere Storie di strade, boschi e corsi d’acqua”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *