LE SETTE VIE DEL DRAGO – LA SCELTA

(3 recensioni dei clienti)

15,00

Francesco Codenotti
Le sette vie del drago – la scelta
PAV edizioni
Copyright 2022
Collana: Fantasy
1^ Edizione: Marzo 2022
ISBN: 9791259732873
Impaginazione copertina: Valentina Modica
Progetto e illustrazione di copertina: Antonello Venditti

Info:
pav.edizioni1@gmail.com
pavedizioni.files@gmail.com
www.pavedizioni.it

Descrizione

Le Sette vie del Drago

La scelta

di

Francesco Codenotti

 

 

“Custodisci un ricordo nella tua mente, ed esso vivrà con te. Dimenticalo, e sarà perduto per sempre. Questa è l’unica morte che conta davvero.”

 

L’eterna lotta tra il Bene e il Male sta per giungere al culmine.

Il confine che li separa non è mai stato così labile. James, il Custode del Buio, ha tradito per ritrovare Astrid, la donna amata. Lo Scrittore è stato costretto a scendere in campo, mostrando infine la propria identità. Se non lo avesse fatto, sarebbe morto. I Custodi sono confusi, impauriti, privati dei propri Poteri e della propria sicurezza. Gli Spiriti Guardiani, loro guida e compagni di viaggio, gli sono stati sottratti.

In questo secondo e conclusivo volume della saga fantasy ma non troppo che ha bloccato il web, le nostre certezze verranno messe alla prova. L’autore ci prenderà per mano per poi abbandonarci e metterci di fronte a una scelta. Perché “il Potere ti cresce dentro, si diffonde in ogni fibra del tuo essere e ti fa marcire nel profondo. Ma il tuo corpo sembra non averne mai abbastanza. Lo desidera, lo brama. Una volta che lo provi, non puoi più farne a meno.”

E tu, che stai leggendo, dimmi: da che parte stai?

3 recensioni per LE SETTE VIE DEL DRAGO – LA SCELTA

  1. Simona

    Infine è giunto il triste momento di lasciare il mondo della duologia  Le SETTE VIE DEL DRAGO di francesco codenotti che mi ha accompagnata in questi giorni con i suoi tanti e meravigliosi protagonisti.  Non posso negare che sarà una compagnia di cui sentirò la mancanza, come succede per ogni lettura che mi lascia un segno e che tocca corde nel mio intimo che mi fanno riflettere e che mi riflettono. Posso però consolarmi con le stesse parole dell’autore :”Custodisci un ricordo nella tua mente ed esso vivrà con te. Dimenticalo e sarà perduto per sempre.” Ed il mio intento è sicuramente quello di ricordare, non solo i personaggi incontrati, ma anche le numerose affermazioni che mi hanno toccato il cuore. Questa duologia è una battaglia fra il Bene ed il Male anche se molto spesso, come nella vita reale, essi non sono nettamente separati. Molte volte si fa del male volendo far del bene e da azioni malvagie può scaturire qualcosa di buono.  Magari fosse sempre tutto bianco o tutto nero, invece la vita è un continuo susseguirsi di sfumature. Ogni personaggio ha la sua personale storia e i suoi personali demoni da combattere ma quando uniranno le forze, solo allora, trionferanno sul potente nemico. Questo è un libro sull’amore, sul perdono, sull’amicizia, sul sacrificio, sulla lealtà e sulla complicità. Un libro con una linea temporale propria e con una originalissima quanto diretta ed efficace scrittura. Io ho il privilegio di conoscere personalmente Francesco e quindi ho potuto riconoscere lui in questa sua opera. Ho potuto cogliere come la sua amata nuova realtà sia entrata prepotentemente anche nel suo mondo di parole. Ed è stato bellissimo.  Le difficoltà dei nostri 7 Custodi e dei loro Spiriti Guardiani in forma animale saranno anche quelle del lettore. Gioierete dei loro trionfi e delle loro conquiste personali. Soffrirete per i loro dolori e per le loro ferite  sia fisiche che morali. Asssaporerete nuovi mondi, non sempre lontani, da cui traspare la profonda conoscenza dell’autore e il suo minuzioso lavoro di ricerca. Fatevi condurre con fiducia per mano da Francesco in questo suo bello quanto spietato mondo.
    Poi che dire della grafica? Copertine meravigliose. E una cosa super utile e sempre presente sono le appendici alla fine dei libri, per non dimenticare ne confondere nulla.😅 per me un valore aggiunto.
    Vi lascio con un’altra delle molte citazioni che ho amato che rende bene l’idea dello spessore umano dello scrittore:
    “Ogni essere,  da quello più piccolo a quello infinitamente grande, ha bisogno di qualcuno al suo fianco che lo completi.”
    Ps: Sono riuscita a commuovermi pure leggendo i ringraziamenti ❤
    Grazie

  2. Sara

    • Trama: “Custodisci un ricordo nella tua mente, ed esso vivrà con te. Dimenticalo, e sarà perduto per sempre. Questa è l’unica morte che conta davvero. “L’eterna lotta tra il Bene e il Male sta per giungere al culmine. Il confine che li separa non è mai stato così labile. James, il Custode del Buio, ha tradito per ritrovare Astrid, la donna amata. Lo Scrittore è stato costretto a scendere in campo, mostrando infine la propria identità. Se non lo avesse fatto, sarebbe morto. I Custodi sono confusi, impauriti, privati dei propri Poteri e della propria sicurezza. Gli Spiriti Guardiani, loro guida e compagni di viaggio, gli sono stati sottratti. In questo secondo e conclusivo volume della saga fantasy ma non troppo che ha bloccato il web, le nostre certezze verranno messe alla prova. L’autore ci prenderà per mano per poi abbandonarci e metterci di fronte a una scelta. Perché “il Potere ti cresce dentro, si diffonde in ogni fibra del tuo essere e ti fa marcire nel profondo. Ma il tuo corpo sembra non averne mai abbastanza. Lo desidera, lo brama. Una volta che lo provi, non puoi più farne a meno. “E tu, che stai leggendo, dimmi: da che parte stai?”
    • Il libro in tre aggettivi: emozionante, travolgente, creativo
    • Personaggio preferito: James
    • Citazione del cuore: “Lacrime calde e dolorose mi solcarono il viso. Le lasciai scorrere. Appoggiai il capo di Astrid al mio petto e le cinsi ancora più forte le spalle. Questo è il tuo posto nel mondo. E sempre lo sarà. Poi, in un sussurro, Astrid si voltò, dandomi le spalle. Unii il mio corpo al suo, stringendole ancora più forte la mano. Le baciai la spalla. Sogni d’oro, amore. A presto, amore mio.”
    • Il piccolo POV Creminoso: Fatico a trovare le parole per descrivere tutte le emozioni che questo romanzo è stato capace di farmi vivere. La scrittura di Francesco, che io amo in tutte le sue sfaccettature, è stata capace di farmi provare timore, disgusto, tristezza, felicità, amore, rimpianto, rabbia, entusiasmo; tutto ciò grazie alla capacità dell’autore di “dare voce” a ogni personaggio in modo differente. Sono stata Haru e sono stata Jack, ho provato la disperazione di James e la paura di Beatrix. Mi sono sentita propositiva come Daniel e saggia come Inari. Durante il GDL, una lettrice (e scrittrice a sua volta) ha detto a Francesco: “Il tuo stile narrativo mi ricorda molto quello di Neil Gaiman, anche per contenuti, per la parte onirica, per l’uso della simbologia. La tua storia è diversa, ovviamente, ma potrebbe averlo scritto lui “Le sette vie del drago””. E con questo, credo di aver detto tutto!
    • Se fosse un cibo, questo libro sarebbe: una pizza super farcita
    • Se fosse un colore, questo libro sarebbe: l’azzurro
    • Lo consiglio a: Chi ama le trame complesse, che richiedono attenzione ai dettagli, ma che non appesantiscono la lettura. Trame che portano il lettore a sentirsi completamente parte del mondo di cui sta leggendo. Chi ama ricevere risposte ad alcuni quesiti, ma darsi autonomamente risposte ad altri, perché all’autore non piace dare “la pappa pronta” e preferisce offrire a ogni lettore la possibilità di giungere da sé ad alcune riflessioni. Chi ama uno stile di scrittura capace di adattarsi alla personalità dei personaggi, elemento che porta il lettore a vivere emozioni diverse, legate all’esperienza e al carattere di ogni personaggio.

  3. Valentina and her books (proprietario verificato)

    ⭐ Ribadisco, ancora una volta, questa cosa. Si, ancora prima di parlarvi del libro. Leggete fantasy Italiano, non fermatevi ai soliti titoli statunitensi che, per carità, saranno anche belli, immersivi e straconosciuti da tutti. Non avete idea delle perle che abbiamo anche qui in Italia e della fortuna che abbiamo ad avere degli autori di talento e dalla grande immaginazione. Uno tra i tanti è appunto Francesco Codenotti, autore della dilogia Fantasy Urconica de “Le Sette Vie del Drago”
    ⭐ La scelta, il titolo di cui vi parlo oggi, è il volume conclusivo della breve saga e che ho potuto leggere grazie al gdr organizzato dallo stesso autore.
    ⭐ Questo secondo volume riprende da dove il primo si è concluso, per quanto il distacco tra i due volumi non sia “traumatico” dal momento in cui, grazie ad un espediente narrativo, il primo capitolo funge un pò da riassunto delle “puntate precedenti”, utile per chi ha letto il primo volume tempo addietro.
    ⭐ Come il primo libro, ho apprezzato tantissimo la cura dell’autore nella scelta di termini ricercati e delle descrizioni approfondite dei tanti mondi che animano la lettura. Tornano la Londra post-apocalittica, il Sud Africa e l’Allemania, ma all’elenco si aggiungono tanti altri posti, come la casa madre di Kiki ed anche il mondo attuale, colpito dal Covid.
    ⭐ Oltre ad approfondire ulteriormente i personaggi apparsi nel primo volume, tra cui James, del quale ho amato particolarmente l’approfondimento, ne vengono introdotti di nuovi: oltre agli ultimi Custodi, anche i loro Spiriti Guida.
    ⭐ Menzione particolare va alla misteriosa figura dello Scrittore, che appare anche in questo secondo volume con un ruolo centrale e da protagonista. Ma non voglio aggiungere altro, per evitare di rovinare la sorpresa a chi vorrà leggere questo libro.
    ⭐ Infine si scopre anche chi è il vero Malvagio della vicenda. Un cattivo che pare essere invincibile ma che, grazie all’unione dei Custodi, potrà essere sconfitto così come recita la profezia. Male contro Bene, amicizia, amore, perseveranza: questi sono i temi principali di questo ultimo libro. Libro che ha un finale che, decisamente, non mi aspettavo e mi ha lasciato con il fiato sospeso fino alla parola “fine”.
    ⭐ Altro fattore importante che distingue questo libro, è l’importanza della musica. Mi sono particolarmente divertita a cercare ed ascoltare i titoli delle canzoni che vengono nominate durante il corso della lettura, cosa che ha reso ulteriormente immersiva la lettura stessa.
    ⭐ Ho particolarmente apprezzato le appendici finali, che ripercorrono la terminologia ed i nomi che appaiono durante il corso della lettura, un buon modo per ripassare o ricordare qualcosa che si era dimenticato.
    ⭐ Ultimo, ma non per importanza: copertina ed impaginazione. Beh, la copertina parla da sé: pazzesca a dir poco, Sagat è stata disegnata con dovizia di particolari e soprattutto in modo fortemente realistico. Per quanto riguarda l’impaginazione, si può notare la cura nel dettaglio, ad inizio ogni “macro capitolo” e non. Davvero un ottimo lavoro.
    ⭐ Se non l’avete ancora capito, vi consiglio di leggere questa dilogia. Forza, correte!

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.