Ora mi vivi dentro – Scelta d’Amore

(7 recensioni dei clienti)

13,00

Mimmo Verrigni
Ora mi vivi dentro – Scelta d’Amore
PAV Edizioni
Copyright 2021
Collana: Romanzo
1^ edizione: dicembre 2021
Isbn: 979-12-5973-191-3
Foto Cover: Fred Di Girolamo
Cover graphics: Claus Tamburini
Info:
pavedizioni1@gmail.com
pavedizionifiles@gmail.com
www.pavedizioni.it

Descrizione

Ora mi vivi dentro – Scelta d’Amore

DI

Mimmo Verrigni

Lorenzo è giovane avvocato di un piccolo paese in provincia di Brescia. Da un incontro casuale con una amica di Rocco, suo amico “storico”, nasce la passione per Elena, figlia di un ricco imprenditore lumezzanese.
Lorenzo ne è subito attratto, e tra i due nasce un meraviglioso amore. Dal matrimonio nascono due bambine.
Lorenzo ha però presto modo di constatare l’enorme divario socioeconomico tra le due famiglie d’origine: la sua, umile e operaia; quella di Elena, ricca e snob. Ben presto, però, la coppia dovrà fare i conti con gli alti e i bassi della
vita, l’amore trovato, perso e ritrovato, l’altalena dei sentimenti
sulla quale prima o poi siamo tutti costretti a salire. Saprà, Lorenzo, fare la scelta giusta? Ma qual è la scelta giusta? Seguire l’istinto e il cuore oppure la razionalità
e l’affetto?

 

7 recensioni per Ora mi vivi dentro – Scelta d’Amore

  1. roberta camossi

    Lo scrittore …. un uomo con capacità di GRANDE CUORE GRANDE AMORE oserei dire RARO al mondo d’oggi …. Non vedo l’ora di leggere questo libro che sarà sicuramente un CAPOLAVORO …

  2. Annarita Zitoli

    Un romanzo scorrevole, piacevole alla lettura, che racconta una storia familiare, calda, accogliente, ricco di dettagli che contribuiscono a portare immagini alla mente ed emozioni al cuore. Originale, mai banale, ben scritto, lascia trasparire la bontà d’animo di colui che l’ha ideato e messo nero su bianco. Davvero stupendo, sarà un’ottima idea per i regali di natale ad amici e parenti, che sono certa apprezzeranno allo stesso modo.

  3. Gyusy Lestingi

    Tra le mani un libro prezioso, un libro da conservare, un libro che insegna ed emoziona. “Ora mi vivi dentro” Scelta d’amore di Mimmo Verrigni mi ha commosso con le sue riflessioni. Tra queste pagine di vita autentica, si percepisce la grande sensibilità dell’autore verso i sentimenti più puri come l’Amore. Un tuffo in emozioni genuine, sentite,profonde. Un sentito grazie a Mimmo che ha molto da insegnare a tutti noi e con i suoi scritti tracciati con la penna del cuore,ha reso un grande omaggio all’Amore…alla Vita.

  4. Domenico Nenna

    Ho finito in due giorni di leggere questo racconto, ho divorato queste pagine come fosse cibo per le mie viscere, bellissimo nel suo lessico semplice e d’impatto, gradito perché arriva dritto al cuore del lettore, si incontrano tratti commoventi, in altra stesura traspare la lotta interiore del protagonista, e la sua ricerca disperata di amore, a volte corrisposto a pieno, in altri momenti traspare solo bene di una storia di amore e di stanchezza in cui prova una sbandata per un’altra donna, non cede, nonostante la sofferenza del corpo e dello spirito, alla fine si rivela vero amore per la sua amata Elena.
    Congratulazioni Mimmo Verrigni 😉

  5. Adelaide J. Pellitteri

    ORA MI VIVI DENTRO DI MIMMO VERRIGNI
    Recensione di Adelaide J. Pellitteri

    Trama: Lorenzo, avvocato di umili origini, si innamora di Elena, figlia di un facoltoso imprenditore. Tra i due, nonostante la differenza di classe, scoppia l’amore che li porterà al matrimonio.
    Tutto potrebbe procedere al meglio ma…
    Esiste al mondo una coppia che, per quanto solida, non abbia conosciuto crisi? E come si fa ad uscirne? Basta l’amore provato in un tempo ormai tanto lontano?

    Recensione: Devo confessare che inizialmente il testo non mi aveva preso molto, non riuscivo a individuare il conflitto, la trama sembrava scorrere con molta (o troppa) serenità, eppure, la scrittura, scorrevole e seducente, mi stimolava a proseguire nella lettura. Il breve romanzo percorre le diverse tappe di una coppia, va dall’incontro tra i due all’innamoramento proseguendo per il matrimonio, i figli, la crisi…
    Oserei dire nulla di più semplice! Eppure, il testo a poco a poco rivela tutte le sue potenzialità, il conflitto di sicuro è spostato più avanti nella narrazione rispetto ai canoni tradizionali (che impone di sviluppare la trama proprio sul conflitto), ciononostante, grazie alla scrittura elegante e sincera, il lettore seguirà l’evoluzione di una comune storia d’amore che, proprio perché “comune” nelle dinamiche di coppia, si rivelerà toccante. L’autore ci parla dell’amicizia, dell’amore giovanile, dei progetti di uno studente fino a quelli genitoriali. Ci descrive i rapporti con i suoceri, con la propria famiglia d’origine, fino a quello con le figlie, mantenendo sempre in primo piano (anche quando sembra arenato sullo sfondo della narrazione) il rapporto con la sua Elena: altalenante.
    Poi c’è la scelta, il bivio che la vita ci pone davanti e allora…
    In sintesi: una bella storia raccontata da un uomo sensibile, capace di parlarci d’amore.

  6. Annalisa Baeli

    Ho iniziato questa lettura già con entusiasmo alle prime battute, che mi hanno riportata a un felice periodo della mia vita da studentessa fuori sede, con tutte le complicazioni che ciò comporta, anche se ho riconosciuto in Lorenzo, una maturità che forse a me mancava. Scrittura scorrevole, sciolta, chiara, senza troppi fronzoli, proprio perché non la trama in sé non ne necessità. Mimmo Verrigni è riuscito a racchiudere la vita di Lorenzo,la sua storia, i suoi pensieri e perché no, anche i suoi tormenti, tra righe che ne danno ampio respiro. La storia matrimoniale nella quale molte coppie possono riconoscersi, rende il romanzo una vera Storia di vita, e il “colpo di scena” finale, per quanto inaspettato, per chi forse ha un’età più adulta e esperienze complicate alle spalle, è comprensibile. Consiglio la lettura perché credo fermamente che molti potrebbero riconoscersi nei vari personaggi, e soprattutto, per l’eleganza della penna.

  7. Silvia

    Apprezzo sempre i libri che raccontano la vita o che sembrano narrare storie di vita vera.

    La sensazione che ho avuto è di leggere una storia comune, che può realmente accadere, e la sensazione è stata resa più forte dalla narrazione in prima persona.

    Lorenzo, giovane avvocato, umili origini, originario della provincia di Brescia, racconta la sua vita. Ci parla della sua famiglia, dei genitori, della sorella, della storia un po’ complicata del fratello.

    Ci parla di Rocco, il suo più caro amico, medico, e ci fa un racconto intenso, emozionante e partecipato dell’amore per Elena, figlia di un imprenditore di Lumezzano.

    Lorenzo ed Elena si amano, ma tra di loro c’è un grosso divario socioeconomico. Lorenzo se ne rende conto la prima volta che metterà piede nella sontuosa villa della fidanzata.

    Se il suocero, Silvio, vede in lui il figlio maschio mai avuto, la suocera, Sara, non nasconde la sua avversione nei confronti del fidanzato della figlia, per la quale sperava un uomo diverso e con una situazione economica più florida.

    Tuttavia, nonostante queste premesse, il loro amore è più forte e i ragazzi realizzano il sogno del matrimonio, di una splendida luna di miele, della casa dei loro sogni, dell’arrivo della prima figlia.

    Ed è dopo la nascita della bambina che qualcosa cambia. Elena sembra insofferente al ruolo di madre e di moglie e desidera tornare a lavorare in azienda con il padre.

    La loro vita cambia; cambiano gli orari, i ritmi, le abitudini di una famiglia che sembra scollarsi. Il loro rapporto subisce un primo strattone, fino a quando Lorenzo decide di mettersi di impegno e tornare a corteggiare la moglie, rendendosi conto che si erano lasciati sopraffare dalla routine.

    In breve, sembra che la moglie torni a guardare il marito con gli occhi di una volta e, ritrovata la vecchia passione, arriva anche la seconda bambina.

    E come in una ruota, si ripresentano i vecchi problemi. Elena si sente stanca, stretta nel ruolo di madre e moglie e brama per tornare al lavoro, ma Lorenzo è stanco di rincorrerla. Entrambi decidono di tirare un’asticella e fare un bilancio del loro matrimonio per cercare di capire come procedere.

    Il destino ci mette però lo zampino. Lorenzo viene colpito da una grave malattia e inizia un iter di controlli, visite e ricoveri che sembrano scuotere Elena dal torpore in cui è caduta, risvegliando in lei vecchi sentimenti che sembravano sopiti. Elena non vuole perdere il padre delle sue bambine, ma soprattutto non vuole perdere Lorenzo, suo marito. Matura in lei l’esigenza di fare qualunque cosa pur di salvarlo, anche mettendo a rischio se stessa e la sua salute.

    Le sorprese però non sono finite e, proprio sul finale, Lorenzo che è sempre stato un uomo misurato, con la testa sulle spalle, un punto fermo per la sua famiglia, compie il gesto più istintivo e irrazionale della sua vita. Probabilmente la malattia lo ha cambiato o forse Lorenzo, che è sempre apparso come un uomo modello, è solo un uomo con le sue debolezze, un uomo che per una volta vuole lasciarsi guidare dall’istinto, in balia di emozioni forti e inspiegabili.

    Un finale inaspettato, che sorprende il lettore.

    Una storia avvincente, un libro che si divora una pagina dopo l’altra. Una bellissima foto di copertina che sembra evocare l’immensità della vita.

    L’autore usa un linguaggio semplice e immediato consentendone la lettura a un vasto pubblico di lettori.

    Una maggiore attenzione alla punteggiatura (frasi con troppe virgole, due punti che spezzano il ritmo narrativo come se fosse un saggio e non un romanzo) e un editing più accurato renderebbero di certo ancora più prezioso questo libro.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *