La musica del silenzio

(1 recensione del cliente)

12,00

Agnese Barbaro
La musica del silenzio
PAV Edizioni
Copyright 2022
Collana: Storie di Vita
1ª Edizione: Dicembre 2022
ISBN: 979-12-5973-473-0
Cover Graphics: Francesca Benini
Info:
pav.edizioni1@gmail.com
pavedizionifiles@gmail.com
www.pavedizioni.it

Descrizione

La musica del silenzio
di
Agnese Barbaro

Il breve racconto biografico “La musica del silenzio” nasce dall’esigenza dell’autrice, Agnese Barbaro, di raccontare le circostanze in cui il fratello Salvatore perse la vita il 13 novembre 2009 a Ercolano. Salvatore Barbaro, che il 10 febbraio 2020 è stato riconosciuto Vittima innocente di camorra, fu ucciso con undici colpi di pistola da due uomini affiliati a clan camorristici di Ercolano, a causa di uno scambio di persona. Agnese Barbaro, attraverso questo racconto, vuole porre l’accento sulla vicenda, raccontando sia episodi della vita del fratello Salvatore, sia la sua tragica morte. Agnese vuole inoltre raccontare il lungo e complesso iter giudiziario che ha portato all’arresto degli assassini, offrendo una testimonianza che ispiri quanti, come lei, vivono lo stesso dramma.

1 recensione per La musica del silenzio

  1. Roberta

    La musica del silenzio, di Agnese Barbaro. Un libretto piccolo e conciso, eppure così ricco di vita e di significato. Siamo nel napoletano, un territorio a volte difficile da vivere, soprattutto per chi vuole restare “pulito”. Salvatore è un bravo ragazzo, figlio di una famiglia umile e perbene, che piano piano sta cercando di farsi strada nel mondo, senza cercare scorciatoie, guadagnandosi ogni cosa col sudore della propria fronte. Salvatore ha due sogni: sposare la ragazza di cui è innamorato e cantare. Ma una tremenda sera ben undici colpi di pistola, esplosi da due sicari mafiosi, gli ruba tutto, dal respiro ai sogni. Lo strazio della famiglia e della fidanzata è immenso, ma chi patisce più di tutti questa perdita è l’amata sorella Agnese. Accettare una morte così improvvisa e violenta è di per sé difficilissimo, ma diventa impossibile quando ci si aggiunge la maldicenza della gente. Eh già, quella di Salvatore è stata una vera e propria esecuzione mafiosa. Da qui logico pensare, per questa gente, che anche lui fosse un delinquente e quindi forse si fosse anche meritato quella brutta fine. Agnese però non ci sta, tutto in lei si ribella. Grazie al supporto di tante persone per bene, alla fine riesce a riabilitare la memoria del fratello e farlo riconoscere come vittima innocente di mafia, mettendo così a tacere tutte le male lingue. Il ragazzo è stato vittima di uno scambio di persona, non era lui l’obiettivo dei killer. I responsabili sono stati individuati, arrestati e dichiarati colpevoli in ogni grado di giudizio. Agnese però ancora non trova pace, non riesce a rassegnarsi. Ecco allora che assume un ruolo attivo contro la mafia e contro ogni omertà che la protegge, perché mai più nessuno debba subire una sorte come quella della sua famiglia. Un libro questo di Agnese che vuole mantenere vivo il ricordo del suo Salvatore, di quello vero; un libro che ci parla di musica, di sole, di amore, di lacrime, di perdita e di rinascita. Rinascita sì, perché se il suo tormento probabilmente non avrà mai fine, lei andrà comunque avanti, circondata dall’amore della sua famiglia. Per loro e per Salvatore.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *