I Due Mondi

(43 recensioni dei clienti)

15,00

Categorie: ,

Descrizione

I Due Mondi

di

Magali Albonico

 

 

 

Mi chiamo Aki e sono un piccolo demone volpe. Una creatura magica, fra le tante che abitano questo mondo.
Sono dotato di un enorme forza demoniaca e con essa sono capace di compiere atroci realtà.
Il mio destino era segnato, un giorno mi sarei trasformato nel temibile Demone volpe a nove code che risiede nascosto dentro me, e dopo aver perso la ragione spargendo razzie di qua e di là, la mia esistenza sarebbe finita.
Ma qualcosa cambiò quando conobbi Yukari, una principessa dagli Angelici poteri, restandole accanto, mutando nella mia forma umana, io me ne innamorai.
Incombenti forze Demoniache minacciarono, presto, la quiete del nostro mondo.
Ma io, che scappai da ciò che ero per tutta una vita, adesso sapevo chi volevo proteggere, ero pronto a combattere!

 

 

43 recensioni per I Due Mondi

  1. Cristina Tillier

    Bellissimo. Complimenti! Aspetto il secondo libro con piacere!

  2. Frédéric Ceretto (proprietario verificato)

    Non ci sono parole per descrivere la bellezza del libro. Complimenti!! Non vedo l’ora che che esca il secondo libro!

  3. Emily

    LA VOLPE A NOVE CODE
    Fantasyyyyy emozionante! In queso romanzo la scrittrice mi ha trasportato alla scoperta di un mondo non molto differente dal nostro ! Fra Demoni e pericoli , il protagonista affronta le sue più grandi paure, scoprendo di avere mille altre possibilità per vivere la propria vita . Una vita ed il suo destino sciagurato, poiché lui era LA VOLPE A NOVE CODE . Con questo fardello in groppa lui però non si è mai fermato. NELLA VITA BISOGNA COMBATTERE !

  4. Michael

    Un’avventura entusiasmante !
    Il libro giusto per chi adora i Fantasy. Mi ha coinvolto a tal punto da averlo letto in un sol giorno! Demoni, Angeli, battaglie cruenti, un colpo di scena dopo l’altro. Ho adorato i personaggi e la narrazione in prima persona! Insomma come si può non credere alla magia, dopo questo libro? Consiglio !

  5. Isabel

    Un libro ottimo! È stato bellissimo poter entrare in questo racconto pullulante di demoni della tradizione giapponese. Scritto a quattordici anni, c’è qualche errore grammaticale, ma assolutamente trascurabile considerata l’età. I personaggi mi sono piaciuti molto, i colpi di scena sono sempre dietro l’angolo, la magia è in ogni parola. Perfetto per gli amanti della mitologia giapponese!

  6. Isabel

    Una storia incantata, ove ci viene raccontato come le creature magiche scomparvero dal nostro mondo. Aki, il protagonista, è un piccolo Demone volpe, ma solo all’apparenza “piccolo” poiché dentro se, nascondeva una forza micidiale, che se non fosse stata controllata per bene avrebbe potuto distruggere ogni cosa. Destinato un giorno a trasformarsi in una creatura maligna anche lui, ma dal cuore buono, cerca in tutti i modi una soluzione. Aki trova poi l’amore di una bellissima principessa, la quale gli dona il suo sangue per reprime quel demone interiore e finalmente scopre il suo vero obbiettivo, PROTEGGERE COLEI CHE AMA. Una storia accattivante, romantica e drammatica, bellica e ricolma di magia. L’autrice l’ha scritto all’età di 14 anni e devo dire UN OTTIMO RISULTATO, seppur con qualche piccolo errore grammaticale, ma del tutto trascurabile. “Io sono Aki un piccolo demone volpe e veglierò sugli umani, cacciando le minacce delle anime corrotte che aleggiano dentro di loro” . La ringrazio per avermi fatto entrare nella sua storia e in quelle leggende del folclore Giapponese, per il quale sono appassionata. Il libro ha con se svariate illustrazioni bellissime, in stile manga.

  7. Marino

    Ottimo libro per gli amanti del genere fantasy, trama coinvolgente ricca di colpi di scena, in particolare mi sono piaciuti molto i personaggi e l’ambientazione. Consigliatissimo!

  8. Silvia

    Ottimo libro fantasy molto avvincente, andando avanti nella lettura ti incuriosisce a tale punto che lo si legge tutto d’ un fiato!! Nella storia ci sono sia elementi fantastici che d’amore. Veramente un ottimo libro

  9. Gianluca

    Bel libro, molto curato nella trama e nella caratterizzazione dei personaggi, per lo stile fantasy devo dire che si merita un posto questa scrittrice amatoriale!

  10. Caroline

    Romanzo basato su di uno stile fantasy tutto particolare; unico, avvincente ed emozionante! Consiglio vivamente la lettura per gli appassionati del genere, e non.. Sia mai che questa lettura coinvolga anche chi alla mangia non crede! Impaziente di leggere il seguito! Complimenti 👏🏻

  11. Elena

    Leggere questo libro è stato come fare un viaggio indietro nel tempo e tornare al passato, a quando ero bambina e assieme ad una delle mie più care amiche ci sbizzarivamo ad inventare le storie più magiche e incredibili che ci venivano in mente. Ho rivissuto le corse nel prato, tutti i discorsi che facevamo e le storie che interpretavamo. È un libro magico, come i suoi protagonisti e la storia che racconta. Non potreste scegliere di meglio se avete voglia di immergervi in un mondo che ridia magia anche al vostro cuore.

  12. babbling_babook

    Ho letto questo libro tutto d’un fiato: con uno stile semplice, riesce a tenere il naso attaccato alle pagine; il mondo in cui la storia è ambientata è ben caratterizzato, i personaggi si lasciano conoscere molto facilmente e le illustrazioni sono meravigliose.
    È uno Young Adult che ricorda le favole sei fratelli Grimm, con insieme romanticismo e drammaticità, luce e ombra. Il protagonista e narratore, il demone volpe Aki, ci svela nei primi capitoli i vari meccanismi che caratterizzano questo mondo fantastico e poi ci fa entrare nel vivo della storia, quando Aki incontra Yukari e intraprende quel cammino che lo farà inevitabilmente crescere e che ci svelerà man mano il suo vero destino.
    Un’autrice emergente di talento con una favola-non-favola che conquista e trasmette degli importanti messaggi!

  13. babbling_babook

    Un fantasy semplice solo all’apparenza, ma che conquista all’istante, nasconde messaggi importanti e trasmette emozioni di tutti i tipi!
    Il mondo fantastico in cui è ambientato ci viene subito presentato in maniera chiara e spontanea, i personaggi si lasciano conoscere con facilità e il narratore, Aki, un demone volpe con un destino particolare, ci racconta la storia che vede protagonista lui e Yukari, la principessa che lo farà crescere e innamorare.
    Mi piace definire questo libro una favola-non-favola da leggere in un sol boccone, con i suoi lati luminosi e i suoi lati oscuri, che la rendono meravigliosamente simile alle favole dei Grimm.
    Una speciale menzione va fatta anche alle illustrazioni semplicemente bellissime!

  14. Charlie

    Mi sono lasciata ammaliare dalla trama fin dal primo momento e devo ammettere che non mi ha delusa, anzi, mi aspettavo alcune cose e invece ne sono sbucate altre!
    Una caratteristica che mi ha colpita subito: i disegni *______* BELLISSIMI! Sono realizzati dalla sua migliore amica e si trovano sparsi nei capitoli… sono divini!
    La storia di Aki, piccolo demone volpe, ha attirato la mia curiosità fin da subito e si è avvicinata al mio cuore un po’ alla volta.
    La sua vita è tragicamente segnata dal momento in cui è nato: un giorno Aki diventerà il temibile Demone volpe a nove code, portatore di un’immensa catastrofe, la quale cambierà la sorte del mondo in cui vive. Solamente l’incontro con Yukari, una principessa dagli Angelici poteri, riuscirà a motivare Aki per diventare sempre più forte e combattere per ciò a cui tiene di più. Sarà proprio grazie all’aiuto della principessa che le minacce delle potenti forze Demoniache non lo abbetteranno, anzi lo porterà a capire e cambiare il suo destino.
    Il mondo creato da Magali Albonico è molto particolare e intrigante. Sembra un’epoca moderna, anche se il mio immaginario è corso da solo ad un tempo lontano, mescolando le due realtà temporali in qualcosa di unico. Non sono presenti molte descrizioni di luoghi o oggetti, ma l’autrice, nonostante ciò, permette al lettore di percepire ugualmente spazi e ambientazioni, che ammetto aver trovato molto fiabesche.

    Lo stile di scrittura è a tratti difficoltoso, nel senso che ho riscontrato alcuni errori grammaticali e di sintassi, con ripetizioni e concetti ribaditi troppe volte. Il tutto però non inficia sulla storia, sostenuta da una trama molto avvincente e da personaggi veramente interessanti.
    Per esempio Yume, il principe dei Demoni: il classico “finto buono”. Qui c’è stato uno dei colpi di scena che non mi aspettavo: non tanto la rivelazione del suo lato malvagio, quanto il fatto che non è lui l’amore di Yukari! Cioè, mi aspettavo la solita storia d’amore travagliata e banale tra la principessa degli Angeli e il principe dei Demoni (così sembrava presagire l’incontro tra i due avvenuto all’inizio del libro) con il povero amico fedele e leale fino alla fine (Aki) che non può ricevere il suo lieto fine… e INVECE NO! Bellissimo! Ho apprezzato questa scelta perchè ha reso il libro ancora meno banale, dando un tocco diverso alla storia.

    Il protagonista Aki viene descritto con cura, rendendolo affascinante e complesso nel suo insieme. Forse ci si perde troppo nei suoi pensieri, che comunque sono spesso sempre gli stessi, dunque dopo un po’ quasi ripetitivi. Nonostante ciò, il personaggio non è banale, anzi. Sono estremamente felice che l’autrice abbia scelto proprio le kitsune, che come dicevo nella segnalazione, sono creature poco conosciute nella nostra cultura! Un peccato perchè sono affascinantissime ❤
    L’unica figura che mi ha convinto poco è stata proprio quella di Yukari che forse andava approfondita maggiormente: si tratta della classica donna-salvatrice, sempre carina e coccolosa nonostante i suoi immensi poteri.

    Solo una cosa mi ha lasciata veramente molto perplessa nella storia: quando, grazie ai poteri di Yukari, tornando indietro nel tempo ai giorni prima della battaglia. Ok, ci sta molto per ciò che avviene nella trama, ma ci sono delle incongruenze con le teorie dei viaggi nel tempo. Qui infatti, tornano indietro di tre giorni, consapevoli degli avvenimenti, che però non avvengono! Yukari e Aki si preparano alla battaglia che però non avviene, il fratello “Fantoccio” di Yume non c’è e Yume stesso cambia i suoi piani come se anche lui sapesse del viaggio nel tempo. Ecco in questa parte mi sono completamente persa e ho dovuto rileggere il capitolo, ma senza capirci nulla lo stesso. Come fa Yume a sapere? Perchè il mostruoso Fantoccio non c’è? Perchè la battaglia non si svolge? Nei viaggi nel tempo sono i viaggiatori a cambiare il passato (anche se è sempre meglio non interagire troppo con il passato per evitare conseguenze gravi nel futuro), ma qui non sono loro a cambiarlo, è un altro personaggio che non sa del viaggio temporale! O per lo meno non potrebbe o dovrebbe saperlo. Nel discorso di Yume prima dello scontro, lui rivela di sapere che sono tornati indietro nel tempo, ma mi chiedo come abbia fatto a saperlo – se lo sa lui perchè gli altri abitanti della scuola e del villaggio no?
    Insomma, qui non ci siamo. O mi sono persa io qualcosa oppure manca una vera spiegazione all’interno del libro. Chiederò all’autrice direttamente di darmi delucidazioni 😀
    Comunque, nonostante le caratteristiche molto fiabesche, non è esattamente una favola per bambini: al suo interno, infatti, sono presenti varie scene di violenza che, a parer mio, rendono il romanzo ancora più adrenalinico. Vi sono anche scene dolci e romantiche che non guastano mai, ma sono in grado di scaldare il cuore.

    L’autrice ci regala, dunque, una storia capace di farci immergere in una realtà fantastica e che cela, dietro alle sue pagine, un messaggio ricco di valori, tra i quali l’importanza di essere in armonia con se stessi e credere fortemente nelle proprie capacità e nei propri sogni perché è proprio grazie ad essi che potremmo avere la possibilità di cambiare la nostra percezione della vita.
    I due Mondi, in conclusione, potrebbe essere la lettura adatta ad un pubblico vasto perché contiene tutte le caratteristiche di una storia piacevole.

  15. Elisea

    Bel libro, è stata una piacevole lettura. A mio avviso è un ottimo romanzo per i piú giovani e lo consiglieró a tutti i ragazzi che hanno intenzione di cominciare a leggere qualcosa. L’ambientazione e i personaggi sono tipici del mondo fantasy con un tocco di leggenda orientale. È quindi un romanzo perfetto per gli appassionati della cultura asiatica e del genere fantastico!

  16. Osvaldo Perrone

    Erano anni che non leggevo un libro dall’inizio alla fine tutto d’un fiato!!! Grazie!!! Una storia scritta bene che ti trasporta in un mondo fantastico, molto più reale di quanto possa sembrare…
    Un libro che ti prende e che non ti lascia fino alla fine, non puoi fare a meno di continuare a leggerlo, e vorresti non finisse mai… complimenti all’autrice, aspetto con ansia i suoi prossimi scritti!
    Questo è un libro che metto di diritto sul podio dei miei preferiti!

  17. Yoana

    L’autrice ci augura di “sognare”, seppur per duecento pagine. Era questo il desiderio di un’adolescente, che le persone sognino grazie a ciò che aveva da dire attraverso la stesura di un fantasy, magari con alcuni errori di sintassi e ortografia tuttavia perdonabili. Circa dieci anni dopo, infatti, la storia de “I due mondi” fu revisionata, completata e pubblicata.
    Più le pagine scorrono, più diventa appassionante l’avventura di Aki, un demone volpe in bilico tra l’amore, la gelosia per un “puro” e ciò che dovrebbe esser stato soltanto un lavoro. E’ una creatura demoniaca, ha sete di sangue, ma nessuno è irresistibile come quello di Yukari, la principessa angelo in sua custodia. Quest’ultima rappresenta un personaggio chiave nella vicenda, è una guida ma anche la ragione del tormento molto sofferto di Aki, necessario alla sua crescita e maturazione interiore. Nonostante la grandiosa capacità del protagonista di combattere e attuare azioni cruente, la sua perdita di ragione non riguarda soltanto il compiere razzie, ma soprattutto l’aver un animo scisso e turbato da forti emozioni contrastanti, le stesse che lo portano a smarrire il controllo.
    Il libro ricorda la cultura nerd giapponese di cui Magali è appassionata e la poetica di numerose saghe fantasy, tra cui “Twilight” in primo luogo e “Harry Potter” in una scena particolarmente delicata, molto luminosa, al confine tra realtà e fantasia (insomma, chi conosce la storia del maghetto avrà già capito di cosa sto parlando). L’intreccio principale è contornato dalla costruzione di una società rigida e complessa che dà il titolo al romanzo stesso.
    Per concludere, non posso non parlare delle meravigliose illustrazioni che inframmezzano i capitoli del romanzo. Eseguite dalla migliore amica dell’autrice, mi hanno assai sorpresa specialmente per la scelta del bianco/nero, essendo la narrazione colma di descrizioni ricche di elementi dai colori vivaci.
    Non vedo l’ora di leggere il continuo delle vicende di Aki.

  18. Sen

    Libro eccezionale, una storia che ti tiene incollato fino alla fine, che riesce a trasmettere emozioni, che vuole imprimere un messaggi. Durante la lettura riuscivo a sentire le loro voci, i dialoghi le azioni. Una storia fatta con passione che merita davvero tanto, e non vedo l’ora di leggere il continuo di essa, di sapere di più su questo nuovo mondo fantansy, ho grandi aspettative a riguardo. Protagonista carismatico che non è il solito personaggio buono, ma che ha anche lui dei difetti, pur essendo demone ha anche lui un lato umano, anche lui sbaglia, non è perfetto ma fa di tutto per redimersi, inoltre possiede anche un suo lato oscuro col quale dovrà imparare a convivere.
    Voto 5 stelle solo perché è quanto mi consente di votare il sito, ma gliene darei parecchie di più. Consigliato assolutamente ad amanti di fantasy ed anche non.

  19. Aligi – L’Officina del Fantasy –

    “Non è la realtà a dover cambiare, sono io che devo cambiare lei, ognuno è padrone del proprio destino.”

    Questa frase, pronunciata dal protagonista Aki, un demone volpe, quasi all’inizio della storia, riassume bene il senso di tutta la vicenda. Entrambi i protagonisti, Aki e Yuki, la principessa dagli angelici poteri, vedono cambiare il proprio destino quando si incontrano: ad Aki era stata predetta la sua fine nella pazzia e nella violenza, ma quando vede Yuki se ne innamora e qualcosa in lui cambia.

    “La nostra inesauribile fonte di magia è in grado sia di creare dolore, sia di alleviarlo. Sta a te decidere cosa farne.”

    La storia è raccontata in prima persona dal punto di vista di Aki e riesce a coinvolgerti nei suoi pensieri e nelle sue emozioni così a fondo che ti identifichi con lui, con la sua disperazione, con il suo desiderio, con la sua gioia, con il suo amore.
    Non mancano battaglie cruente, sapientemente descritte senza dilungarsi troppo e senza annoiare, e scene romantiche che riscaldano il cuore.
    Una gradita sorpresa sono state le illustrazioni che si ritrovano tra le pagine, come a dare un ulteriore aiuto a seguire gli eventi che si susseguono sempre più incalzanti e drammatici.

    “Il destino sempre aiuterà chi lo meriterà.”

    Giudizio finale: 5/5! Consigliatissimo!!!

    Aspetto con ansia di leggere il seguito di questo appassionante romanzo fantasy!

  20. Andre Iread

    Mi è piaciuta molto l’idea dei due diversi mondi: il primo, quello magico, all’inizio mi è sembrato un luogo idilliaco, quasi fiabesco e mi ha dato una sensazione di serenità richiamando anche la bambina che è in me. Questo è stato mooolto bello! L’altro mondo è, ovviamente, il nostro.
    Ho amato il contrasto tra le sensazioni positive che emana la prima parte del libro e l’oscurità che mi ha avvolta leggendo la seconda metà. È stato intrigante vedere anche un altro lato del mondo magico, ovvero quello in cui risiede la cattiveria e il male. Infatti, dopo che i nostri due protagonisti fanno ritorno nel loro mondo, lo ritrovano molto diverso da come lo avevano lasciato.
    L’idea del demone volpe è semplicemente adorabile: mi aveva intrigata già a scatola chiusa, ma Aki è davvero un protagonista unico: temibile e sensibile allo stesso tempo. E la nostra Yuki è la coprotagonista perfetta dolce e comprensiva quando serve, ma pur sempre una combina guai.
    Infine non posso non parlare delle stupende illustrazioni che contiene questo gioiellino, sono una vera opera d’arte e abbelliscono il romanzo, dandoci modo di avere anche un riscontro visivo sempre benaccetto.

  21. Greta Guerrieri

    Ho comprato questo libro direttamente dall’autrice, perché desideravo la sua dedica e uno dei bellissimi segnalibri fatti a mano da lei! La copertina e la trama mi hanno subito attirato a primo impatto, e devo dire che infatti, non ha deluso le mie aspettative! I dettagli e la cura di questo fantasy fanno la differenza: in particolare le originali illustrazioni al suo interno. Adoro questo genere di storie, che ti permettono di sognare a occhi aperti e trasportati in un mondo nuovo e completamente magico. Nel libro incontreremo questo demone volpe che conoscerà una principessa angelo, dove le loro vite si intrecceranno come un filo invisibile e saranno destinati a stare insieme. Ma il cosiddetto amore proibito è consentito? Riuscirà il nostro protagonista (e non solo lui) ad andare oltre le loro differenze sociali? Il bene e il male si scontreranno per la millesima volta?
    Insegnamenti di vita sono nascosti tra le righe, tra cui il coraggio di non arrendersi di fronte alle difficoltà ed andare avanti.
    Lo stile dell’autrice è in forte cresciuta, quindi ho grandi aspettative su di lei.
    Attendo le sue prossime creazioni.

  22. Eleonora

    Aki, è un demone molto potente.C’è una leggenda che narra che un giorno il suo potere lo consumerà e lui verrà risucchiato da questo, finendo per diventare ciò che lui ha sempre temuto di essere, UN DEMONE. Nella sua vita viene unito alla Principessa Yukari che avendo lo stesso destino lo metterà a dura prova. Il suo compito è proteggerla a qualunque costo ma tanto per lui questo non è un peso perchè l’amore che li lega è più forte di qualsiasi fine l’aspetti.
    Da subito sono costretti a scappare dal proprio mondo e rifugiarsi sulla Terra ma Yuki è una ragazzina troppo curiosa e coraggiosa che cade in un tranello e vengono subito riportati nell’altra dimensione.
    L’autrice ha voluto far risaltare il senso che il destino ha su ognuno di noi, e che l’amore può vincere su tutto anche se a volte non lo crediamo e la situazione è più grande di noi.
    Come critica posso dire che è un po acerbo come libro ma dopo aver saputo che è stato scritto all’età di soli 14 anni allora ho compreso e capito che non vedo l’ora di avere il secondo volume per vedere i miglioramenti della scrittrice perchè la base c’è e anche l’idea è molto bella.

  23. Martina Monti

    Fin dal principio sono rimasta affascinata dall’atmosfera: per tutto il romanzo, infatti, aleggia un’aria sospesa, da sogno, ffiabesca. Il mondo costruito emerge come da una nebbia misteriosa, donandoci frammenti poco per volta, ma che nell’insieme formano un quadro perfettamente equilibrato tra deffinizione e immaginazione del lettore. È diffficile incanalarlo in un’epoca specifica, per certi versi sembra di trovarci in un mondo medievale, salvo poi trovare inserti contemporanei come la radio. Un po’ è ciò che ho provato con “Harry Potter” che, pur essendo ambientato ai nostri giorni, mi faceva sentire in un altro tempo, o per meglio dire in un altro mondo nello stesso tempo; un po’ mi ha ricordato lo scenario di “Devil May Cry”.

    Nonostante normalmente non sia una fan della narrazione in prima persona, in questo caso l’ho amata tantissimo: sarà merito di Aki, ma le emozioni, anche quelle che in un altro contesto avrei trovato smielate, mi sono arrivate dritte al cuore, facendomi ridere e commuovendomi. Lo stile dell’autrice è senza dubbio particolare, ma in senso positivo, e non risulta mai pesante. Ho apprezzato soprattutto alcune similitudini, come questa: «Nella sua voce una nota dolente apparve, come nelle giornate di pioggia quando il tuono irrompe».

    I personaggi sono ben caratterizzati, e il punto di vista incentrato su Aki mi ha portato ad apprezzare molto anche la protagonista, pur, anche in questo caso, avendo caratteristiche che solitamente non mi fanno impazzire. Mi è anche piaciuta la scelta di un demone orientale, trovandola originale e innovativa, ben miscelata con gli elementi occidentali.

    L’idea di arricchire il romanzo con illustrazioni stile manga mi ha conquistata, alternare la lettura al godimento di questi disegni mi ha aiutata a mantenere alta la concentrazione, oltre che a visualizzare i vari personaggi.

    Un altro elemento davvero valido è il ffinale. Non voglio creare spoiler, ma non è un segreto che questo romanzo è il primo di una trilogia (il cui secondo volume è previsto per luglio 2020), tuttavia il tipo di conclusione è ciò che secondo me meglio si addice a un esordiente: anche se è chiaro che Aki si preparerà per nuove avventure il libro è completo, non lascia niente in sospeso, consentendo di essere soddisfatti anche da questa sola storia o decidere, nel caso piaccia, di continuare con i volumi successivi.

    Soggettivamente questo libro ha scatenato in me una quantità incredibile di emozioni: mi sono sentita coinvolta da Aki, più di tutti gli altri, ma non ho potuto non provare anche un senso di vicinanza a Yume. Quella che forse mi ha trasportato di meno è proprio Yukari, ma questo perché l’ho percepita, ffin dal principio, una spalla del demone-volpe, anche se è importante sottolineare che Aki è tale grazie a Yukari. Senza di lei non avrei mai potuto immedesimarmi così tanto nella nostra voce narrante. Ho provato un senso di nostalgia leggendo questo romanzo, quella malinconia che accompagna i ricordi, gli eventi perduti, il tempo passato, ma che non può impedire di strappare un sorriso.

    Ultimo punto, ma non meno importante, è il fatto che il romanzo fu scritto dall’autrice quando aveva soli quattordici anni, anche se l’ha revisionato in seguito, la matrice di base è quella.

    È diffficile deffinire un target per questo romanzo, può sicuramente essere goduto dai più giovani come dai più grandi. La sfumatura orientale e il bagaglio culturale dell’autrice, arricchito da manga di vario tipo, lo rendono sicuramente un libro che conquisterà anche gli amanti dei fumetti.

  24. MARA GAROFALO

    Il libro e bellissimo,mi è piaciuta l idea dei due mondi i disegni sono stupendi
    Una storia scritta bene con cura.Aspetto con ansia di leggere il seguito di questo.appassionante libro fantasy

  25. Laura (proprietario verificato)

    Ho iniziato a leggerlo e non ho smesso finché non l’ho finito. È la prima volta che leggo un Fantasy e devo dire che mi è piaciuto tantissimo. Mi piace la narrazione in prima persona, Aki un giovane demone volpe, ne sono rimasta coinvolta. Aspetto il prossimo libro. La scrittrice ha talento, scrittura scorrevole, non vedo l’ora di leggere il prossimo libro.

  26. Cristina

    Fantastico libro! Piacevole lettura fantasy, coinvolgente ed emozionante. Tanti colpi di scena non vedo l’ora di leggere il seguito!

  27. Alice

    Un fantasy intrigante, coinvolgente, speciale! Ammetto che leggo fantasy, ma non tanti, ma questo mi ha davvero colpito! C’è tutto ciò che cerchi in un libro di questo genere. Ed è stato scritto dalla ragazza a soli 14 anni! Aki è un personaggio che cresce man mano che il suo viaggio prosegue, e anche Yuki, da ragazza, diventa una donna guerriera. Bellissimo.

  28. Melania_Fusconi blog Instagram

    Oggi ho “divorato” il libro della cara Magali!
    “Divorato” è il termine giusto in quanto il protagonista, Aki, un demone volpe vive cercando di andare contro al suo destino, quello che lo vorrebbe un demone mostruoso, brutale e molto pericoloso…
    Ma lui si oppone a tale destino che lo ha comunque condotto dalla dolce principessa degli Angeli, sul quale potere aleggia un luminoso e tenebroso mistero…
    Tra combattimenti e passioni, riuscirà Aki a tenere a freno la sua natura demoniaca?
    Per farlo dovrete scoprirlo immergendovi in questo libro appassionante!
    Unica cosa, mi sarebbe piaciuto leggere maggiori dialoghi tra i protagonisti! Ma la lettura è fluida e le descrizioni minuziosamente riportate! Nella mente sembra quasi di vedere un film!
    Magaliiii!!! Non vedo l’ora di leggere il seguito!!!

  29. Francesco

    Un fantasy meraviglioso!

  30. Martina (proprietario verificato)

    Un manga sottoforma di romanzo. Se amate il gothic e il fantasy, questo romanzo fa per voi.
    Colpi di scena riusciti.
    Le illustrazioni di Elena D’Ippolito rispecchiano alla perfezione lo stile e il gusto del libro.

  31. Sara

    Libro molto bello, la scrittura acerba di Magali compensa con una storia ben strutturata, diversa dalle classiche letture fantasy. Sono curiosa di leggere il seguito, sapendo anche che l’autrice è maturata e mi stupirà con la sua scrittura.

  32. Giada

    Magali Albonico ci racconta una storia capace di far sognare ad occhi aperti con una grande morale nascosta tra le pagine, con messaggi e valori importati (ho riconosciuto qualcosa dell’autrice nelle pagine e sono felice di essermi confrontata con lei). Magali ha ideato la storia a quattordici anni per poi chiuderla in un cassetto e riprenderla solo anni dopo. Ovviamente sono felice che questo libro sia stato ripreso, concluso e che abbia anche un seguito: si tratta, infatti, del primo di una trilogia. Conto i giorni affinché io possa leggere il secondo volume. Vi consiglio di leggere anche la quarta di copertina perché è un modo per conoscere di più quest’autrice. Lo stile di Magali è po’ acerbo ma niente di grave, per quanto riguarda la punteggiatura bisognerebbe revisionarla. Tanto di cappello a questa ragazza che ha saputo mettersi in gioco! Non credo che questo fantasy/romance abbia un target di riferimento, infatti può essere letto sia dai giovani sia dagli adulti. Un punto a favore di questo libro, oltre al mondo fantastico dove ci catapulta, sono le illustrazioni che arricchiscono il romanzo. Star consigliato 😍

  33. Igor

    Non so cosa aggiungere più di quello che già è stato scritto….mi limiterò a dire che ne sono rimasto estasiato….lo consiglio a tutti

  34. Milena

    Ho finito di leggere questo libro da poco ed è stata una bella scoperta e consiglio a tutti di legggerlo. Ho trovato questa storia fresca ed originale, anche se avrebbe qualcosa da migliorare è innegabile quanta passione e amore ci abbia messo l’autrice nello scriverlo. Non vedo l’ora di leggere gli altri volumi per scoprire quali altre avventure vivranno aki e Yuki.

  35. Martina (lamusicadeilibri)

    Un libro che racconta una storia stupenda: la storia di Aki. La scrittrice ha creato una magia su carta, raccontando di come due mondi separati possano non essere poi così diversi. Una storia che parla di amore, guerra, voglia di cambiare il mondo e sé stessi. A rendere ancora più ammirevole questo lavoro è il fatto che buona parte del libro sia stata scritta da una quattordicenne e che solo anni dopo l’autrice l’abbia completata. Una scrittura che di acerbo ha ben poco e che travolge il lettore consentendogli di sognare ad occhi aperti.
    Un fantasy che consiglio vivamente e che mi ha rapito il cuore con la sua trama e i suoi disegni a dir poco favolosi.

  36. Damiano

    Libro ottimo, letto tutto d’un fiato! Scorrevole e pieni di colpi di scena che ti lasciano senza fiato. Scritto bene e con disegni fantastici 😍 aspetto con ansia il due, perché le avventure della volpe a nove code sono state fantastiche e sono certo che lo saranno ancora.
    La struttura del mondo inoltre è ben fatta e anche la magia rappresenta appieno ciò che c’è nell’immaginario collettivo, cioè un qualcosa di lontano dalla razionalità capace allo stesso tempo di creare mondi e di dividerli. Consigliato mille volte!

  37. Barbara

    “I due mondi” è il primo di una trilogia di libri ed è narrato in prima persona dal protagonista Aki, un demone volpe il cui destino è segnato da una leggenda. Essa narra che un giorno il suo potere lo divorerà e si trasformerà in ciò che lui più teme, nella volpe a nove code. Un giorno gli viene assegnato il compito di proteggere ed educare la principessa angelo Yukari, che avendo il suo stesso destino lo metterà a dura prova. Proteggere Yuki non è un fardello per Aki, in quanto la ama e il filo rosso che li lega è più forte di qualsiasi cosa il fato ha in serbo per loro. Ho apprezzato la dolcezza e la determinazione di Yukari, una ragazzina curiosa e coraggiosa che è pronta a tutto per stare a fianco di Aki. Nel romanzo sentiamo la sofferenza di Aki e la sua paura di non vincere contro il destino e di perdere la sua amata.
    Magali con il suo racconto ci insegna che l’amore può vincere su tutto, che non dobbiamo abbatterci alle prime difficoltà e che non siamo mai soli. La differenza tra le razze non è un ostacolo, la muraglia di paura deve essere abbattuta.
    Un libro scorrevole, ben scritto, disegni spettacolari, più descrittivo e riflessivo, con pochi dialoghi. Adatto a un pubblico giovane.
    Essendo scritto da Magali a 14 anni è acerbo, ma l’idea di base c’è. Si vede l’influenza dei manga, di cui la scrittrice è appassionata. Ha pubblicato il suo libro dopo anni non lasciandolo rinchiuso nel cassetto, per questo ha la mia stima. Non vedo l’ora di leggere il seguito e di vedere com’ è migliorata nella scrittura.

  38. Laura

    Ho deciso di iniziare questo libro e di dargli fiducia perché mi ricordava l’atmosfera giapponese che ormai ho nel cuore.
    ~
    La storia di base è molto bella, mi piace il fatto che ci sia il punto di vista del protagonista, si riesce a comprendere meglio la sua lotta interiore e l’amore che prova per la principessa Yuki.
    Vediamo come questo stesso amore sia più forte di qualsiasi presenza oscura che minaccia, non solo le cose o le persone che ci circondano, ma anche noi stessi e la nostra mente.
    Le illustrazioni all’interno sono bellissime❤️
    ~
    La lettura è stata molto scorrevole, risulta ancora acerba ma è stato scritto quando la scrittrice aveva 14 anni.
    Sono curiosa di sapere com’è questo secondo libro.

  39. Barbara

    “I due mondi” è il primo di una trilogia di libri ed è narrato in prima persona dal protagonista Aki, un demone volpe il cui destino è segnato da una leggenda. Essa narra che un giorno il suo potere lo divorerà e si trasformerà in ciò che lui più teme, nella volpe a nove code. Un giorno gli viene assegnato il compito di proteggere ed educare la principessa angelo Yukari, che avendo il suo stesso destino lo metterà a dura prova. Proteggere Yuki non è un fardello per Aki, in quanto la ama e il filo rosso che li lega è più forte di qualsiasi cosa il fato ha in serbo per loro. Ho apprezzato la dolcezza e la determinazione di Yukari, una ragazzina curiosa e coraggiosa che è pronta a tutto per stare a fianco di Aki. Nel romanzo sentiamo la sofferenza di Aki e la sua paura di non vincere contro il destino e di perdere la sua amata.
    Magali con il suo racconto ci insegna che l’amore può vincere su tutto, che non dobbiamo abbatterci alle prime difficoltà e che non siamo mai soli. La differenza tra le razze non è un ostacolo, la muraglia di paura deve essere abbattuta.
    Un libro scorrevole, ben scritto, disegni spettacolari, più descrittivo e riflessivo, con pochi dialoghi. Adatto a un pubblico giovane. Essendo scritto da Magali a 14 anni è acerbo, ma l’idea di base c’è. Si vede l’influenza dei manga, di cui l’autrice è appassionata. Non vedo l’ora di leggere il seguito! ( Recensione su noi_leggiamo, blogger su Instagram)

  40. Paola

    Libro letto in tre giorni!✨
    Ho adorato questo bellissimo mix tra fantasy e Giappone.
    Ho adorato il punto di vista del nostro protagonista,ovvero Aki il demone volpe,dilaniato dai suoi doveri di guardia del corpo della principessa Yuki e dalla sua paura e consapevolezza di perdere il controllo di se stesso e della principessa,ragazza coraggiosa che decide di crescere e aumentare i suoi poteri per stare vicino al suo amato affinché non si perdesse nel suo oblio!
    Ne sono davvero rimasta estasiata!
    Non vedo l’ora di leggere il seguito 🙌🏻🥰

  41. Silvia @abookplaylist

    Questo libro mi ha davvero rapita sin dalla prima volta che l’ho visto per caso nel profilo della bookstagrammer e ho continuato a fargli la corte a lui e alla sua autrice fino a farci amicizia, e tuttora penso sia un ottimo libro per qualsiasi persona abbia intenzione di un fantasy un po’ diverso del solito, ma soprattutto ami gli anime o il mondo dei manga, perché vi sembrerà di entrare proprio nella classica storia da anime giapponese, cosa che mi ha esaltata tantissimo.
    I due mondi è un libro con molti pregi ed un paio di difetti.
    Quindi che ne dite se, in questa recensione, vi esponessi quali sono i pregi e i difetti di questo libro? Vi assicuro che vorrete leggerlo anche voi al termine di questa recensione, quindi datemi ancora un po’ di corda.
    Iniziamo dai pregi più significativi e arriviamo verso la fine:

    Le illustrazioni: Se avrete la possibilità di mettere mano a questo volume (ed anche ai seguenti), vi assicuro che le illustrazioni di Elena D’Ippolito sono meravigliose e vi faranno innamorare ancora di più dell’ambientazione e della storia. Io personalmente di questo volume ne ho amate moltissime e devo dire che ci sarebbe l’imbarazzo della scelta per decretare la migliore, ma sicuramente la mia preferita rimane quella di un piccolo Aki (il protagonista) nella sua forma di piccola volpe. Ci sono circa una decina di illustrazioni che considero delle piccole opere d’arte e danno un valore aggiuntivo a questo volume.
    La Scorrevolezza: Finisce praticamente subito da quanto è scorrevole, usa un linguaggio semplice e adatto a tutte le età, evoca bellissime immagini, e nonostante tutto riesce a mettere tutto quello che ci si aspetta da un fantasy come questo. C’è una buona fetta di romance, c’è molta azione, ci sono scontri. E’ una storia completa in tutti i sensi e sono davvero curiosa di leggere il secondo volume.
    L’Ambientazione: Non mi dispiace affatto il world building di questa saga, nonostante sia molto semplice, ma è comunque facile orientarsi e immaginarsi i luoghi descritti in questo libro.
    I personaggi: questo forse il punto che ho preferito di tutto il libro, perché li amerete tutti quanti. Io, quantomeno, ho trovato tutti i personaggi tutti diversi tra loro e con cui è facile empatizzare –credo che quella con cui ho empatizzato meno è stata proprio Yukari, ma ciò non vuol dire che non mi piaccia– e persino l’antagonista vi sembrerà fenomenale. Tra le altre cose, in questi mesi ho potuto denotare che c’è addirittura una mini faida (del tutto amichevole) sul miglior personaggio maschile de I due mondi, se Aki o Yume. Non vi resta che leggerlo per capire chi sia il vostro favorito.
    Arriviamo alla fine, con i difetti (o difetto) di questo libro, pochi e che secondo me non sconvolgono davvero il giudizio su questo romanzo: non l’ho suddiviso in punti come pregi perché non saprei come riassumerlo con una parola sola, quindi mi appresterò a farlo con un discorso un po’ più ampio, perché voglio che capiate dove voglio andare a parare.
    I due mondi è stato scritto dall’autrice in età adolescenziale circa, quindi presenta una costruzione del romanzo e un uso del linguaggio adatto a quella fascia d’età e perciò risulta un po’ acerba.
    Questo però non mi ha fermata da considerare questo libro una bella scoperta e non riuscirei a dare un reale giudizio su tutta la trilogia. Il mio giudizio è su questo libro e lo ritengo un buon punto di partenza: comunque, erano tutti punti che mi erano stati anticipati dall’autrice stessa e che, anzi, ringrazio per la fiducia che mi è stata data e la possibilità di leggerlo.
    Sono molto curiosa di continuare l’avventura e, dopo gli accorgimenti che mi sono stati dati, sicuramente noterò la differenza tra lo stile di questo primo volume e il secondo.

  42. @pennacchio.sabrina ( Instagram Blogger )

    Adocchiavo questo libro da TROPPO tempo e finalmente ho potuto leggerlo! Sono troppo felice 😍
    Che dire se non: pane per i miei denti? La storia di Aki e Yukari mi ha ricordato tantissimo molti shoujo manga che leggo, ma l’autrice, da amante del genere come me, sicuramente lo sa e sono dell’idea che ha fatto un ottimo lavoro poiché non è di certo facile arrivare a non essere scontata e piacere così tanto, a me soprattutto che leggo tante di queste storie!
    E parliamo delle illustrazioni? Uno spettacolo.
    Ma ora passiamo alla storia di questo primo volume:
    l’amore impossibile è sovrano di questo romanzo. Aki, il temibile demone volpe, ci insegna cosa vuol dire combattere contro chi sei, contro la tua vera natura, per amore della persona che ami. Non importa la razza, non importa quanto tempo la vostra natura vi permetterà di stare insieme: finché potete farlo ed amarvi, non conta null’altro.
    A costo di lottare contro chiunque, contro sé stessi addirittura, non importa altro!
    Nell’eterna lotta tra Angeli e Demoni, questo grande amore potrà davvero dare una luce nuova, una speranza?
    Un volume incisivo, uno stile di scrittura superbo e un’ottima trama. Che volete di più? Se amate il genere fantasy, gli amori tormentarti e siete degli otaku ( o anche no ) non potete farvi scappare I Due Mondi. Non ve ne pentirete.

  43. Anubi

    ho trovato la storia particolare nel suo genere, ho amato il fatto che già dall’inizio vengono dati dettagli del tipo di creature e degli ambienti presenti nel racconto, e il fatto che quest’ultimo sia in prima persona ci da una visione a 360° del protagonista, Aki.
    La storia presenta descrizioni non molto lunghe ma ottime (odio le descrizioni che durano pagine su pagine su pagine, sorry ora potete uccidermi) e un linguaggio semplice e scorrevole.
    I personaggi sono perfettamente inquadrabili, soprattutto Aki, visto che è lui che narra, un po’ di meno, purtroppo, Yukari, ma considerando che ci sono altri libri direi che si avranno maggiori informazioni nel successivo, che, pergiunta, devo ancora comprare.
    Questo libro ha i suoi colpi di scena, che ti spingono ad andare avanti per sapere cosa avviene dopo, posso aggiungere inoltre che ho amato lo scontro finale, l’ho trovato inaspettato (se fosse per me farei una descrizione dei miei scleri sulla fine fino a domani sera, ma mi rendo conto che farei tanti di quegli spoiler che probabilmente mi ritroverei una folla inferocita sotto casa con tanto di forconi).
    Un’altra chicca che ho amato è il rapporto che si instaura tra Aki e Yukari: è graduale, non si cerca di affrettare i tempi come avviene in molte altre storie.
    Aggiungo anche che ho adorato il fatto che le emozioni provate dai personaggi sono rese in maniera realistica e profonda, la nostalgia, l’amore ecc.
    Riassunto di tutto ciò: storia valida, che consiglio tantissimo, per chi ama il genere fantasy con del romanticismo 💖

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *